Riscoperte

Nome di battaglia Lina: musa partigiana di Calvino

Escono gli scritti inediti della Meiffret - Intellettuale che prese parte alla Resistenza ligure e finì in un lager: tornata in Italia, divenne amica dello scrittore e sua fonte per i romanzi sulla guerra

Di Massimo Novelli
15 Maggio 2022

Nel Meridiano Mondadori che raccoglie l’epistolario di Italo Calvino, il nome di Lina Meiffret (1917-2004) compare una sola volta. Eppure questa donna di Sanremo, poetessa e traduttrice, che prese parte alla Resistenza e venne deportata in Germania, ebbe un ruolo non da poco nella vita dell’autore de Il sentiero dei nidi di ragno, soprattutto per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.