FOOD DELIVERY

Vita da rider: aumentano i km, crollano i compensi

Giuseppe pedala in città per le piattaforme del food delivery dal 2018. Lo abbiamo seguito durante una serata di lavoro

Comments
15 Dicembre 2021

“Durante la pandemia ci consideravamo degli eroi, ma ci trattavano da schiavi. Oggi non siamo più eroi, ma siamo rimasti schiavi”. Giuseppe, 44 anni, padre di due bambini, è uno delle migliaia di rider milanesi che lavorano per le piattaforme del “food delivery”. Ha iniziato nel 2018 ma da allora “i compensi sono scesi e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare