Crisi al confine

Migranti, filo spinato e soldati: “È la vendetta di Lukashenko”

Tra Bielorussia e Polonia - Tattica “ibrida”. Il presidente favorisce i voli dal Medio Oriente e poi ammassa i profughi Varsavia rifiuta l’aiuto dell'Ue

10 Novembre 2021

Sul campo verde congelato un prete celebra messa per i soldati in mimetica. Sono gli ultimi arrivati nell’area a ridosso del confine con la Bielorussia. Varsavia ha mandato qui 12 mila militari. I tre chilometri a ridosso della frontiera sono chiusi ai civili. Colonne di mezzi blindati e posti di blocco. Poi il filo spinato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.