Licenziato perché, 23 anni fa, durante uno dei suoi spettacoli, ha fatto una battuta sull’Olocausto: il regista Kentaro Kobayashi, direttore della cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo, è stato accusato di antisemitismo dal Comitato organizzatore delle competizioni ed eliminato dai Giochi. Seiko Hashimoto, presidente del Consiglio che ha deciso di allontanare il regista, ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Manette per tutti, anche i logopedisti sono nemici

prev
Articolo Successivo

“Pago pure il Fatto”: proposta indecente dall’uomo di Renzi

next