La polizia di Hong Kong ha arrestato ieri mattina cinque logopedisti con l’accusa di sedizione. La colpa? Secondo fonti di polizia avrebbero ‘cospirato’ per diffondere tre libri per bambini prodotti dalla General Association of Hong Kong Speech Therapists, il sindacato dei logopedisti di Hong Kong, in cui gli attivisti pro-democrazia sono raffigurati come pecore che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Israele alla guerra del gelato

prev
Articolo Successivo

Giappone. Poveri giochi, tra covid e battute antisemite

next