“Qualunque testa di cazzo può amare il suo Paese, ma vergognarsene, è quello il segno della vera appartenenza”. Hanif Kureishi, “The Spank”, 2020 Gli insulti razzisti contro i giocatori inglesi che hanno sbagliato i rigori nella finale degli Europei sono stati la prova evidente, di cui le persone intelligenti non avevano certo bisogno, che gesti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

In zona gialla con intensive al 5% e reparti ordinari al 10%

prev
Articolo Successivo

Mail box

next