Bentornati a teatro. Ah no: il Nazionale di Roma è chiuso, causa sciopero del sindacato autonomo Libersind Confsal (i tecnici dipendenti dell’Argentina e dell’India). Poco male: la Capitale della prosa è Milano, il cui menu premium offre ben due giganti della regia europea, Antonio Latella e Romeo Castellucci: il primo è in scena con un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Franco Nero è un uomo cieco con il dono della pittura

prev
Articolo Successivo

“Mare of Easttown”, un giallo mediocre salvato dalla bravura di Kate Winslet e soci

next