Nell’aprile del 2019, Fca si accordò con Tesla per usufruire di crediti ambientali che le consentissero di rispettare i limiti sulle emissioni di anidride carbonica fissati dall’Unione europea. Costo della “fornitura”? Un paio di miliardi di euro, sufficienti per coprire il biennio 2019- 2021. Cifra imponente, ma comunque inferiore alle potenziali multe per il mancato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Gli italiani amano sempre la propria auto

prev
Articolo Successivo

Surreale sinistra proibizionista

next