Ancor prima di entrare nel vivo, il processo sulla Lombardia Film Commission mostra che la partita è politica. Lo certificano le richieste di costituzione di parte civile nei confronti di Francesco Barachetti, grande fornitore della Lega di Matteo Salvini, accusato dalla Procura di Milano di concorso in peculato e reati tributari per la vicenda del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Ha sequestrato 147 migranti” Matteo Salvini sarà processato

prev
Articolo Successivo

Galli: “Sul Covid Draghi non ne ha azzeccata una. Liberi tutti ma ci sono ancora pochi vaccinati”

next