La distanza che separa l’apparenza dalla realtà coincide esattamente con la figura di Gaetano Manfredi, ingegnere, docente di tecnica delle costruzioni, e per ventura anche ministro dell’università e della ricerca. Qualcuno di voi lo conosce? Ricorda il suo nome? Ministro, lei è sotterrato nei piani bassi dei volti noti benchè vanti più opere che parole. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Noi di Lotta Continua e Rossana: stavamo tutti nell’album di famiglia

prev
Articolo Successivo

Breccia di Porta PiaIl derby radical-massonico e la festa del Venti Settembre soppressa dal Duce

next