Ministro, lei è cresciuto a Pomigliano. A mezz’ora da qui. Ed è coetaneo di Mario. In questi giorni è stato molto vicino alla sua famiglia. Come mai è stato così colpito dalla sua storia? Quello che è accaduto a Mario non può lasciare indifferenti: è morto in Colombia mentre contribuiva attivamente, tramite il suo lavoro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’Onu tace sul cooperante morto: “Verità per Mario”

prev
Articolo Successivo

“Bolsonaro paralizzato di fronte alla pandemia. Non reggerà alla crisi”

next