“Altro che umiliazione, se penso che ai miei amici musicisti che abitano a Berlino in due giorni dalla loro richiesta sono arrivati €5 mila euro sul conto a fondo perduto. Io ho chiesto alla Siae un sussidio economico e ora mi ritrovo con Gocciole, tonno e riso in quantità industriale”. Nella drammaticità della crisi da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

ManCity, basta pagare e il Fair play finanziario torna per magia

prev
Articolo Successivo

“Riaprite i musei”. Il flash mob dei lavoratori

next