Per l’Europa dell’auto è sempre profondo rosso. Dopo il trimestre peggiore della storia nel vecchio continente, chi si aspettava una seppur timida ripresa deve ricredersi. Anche a maggio il mercato continentale risulta più che dimezzato (-52,3%), con le piazze principali tutte in estrema sofferenza, dalla Spagna (-72,7%) alla Francia (-50,3%), dall’Italia (-49,6%) alla Germania (-49,5%). […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

C4, rivoluzione estetica e zero emissioni

prev
Articolo Successivo

Chat/5. Un posto in Procura, la partita a scacchi di Palamara per le nomine

next