“Non sussistono elementi” che dimostrino come le vicende legate all’attività di Casapound elencate dalla Procura di Roma, “per quanto riprovevoli”, siano “finalizzate all’incitamento della discriminazione razziale”. E non dettate da “motivi fondati sui comportamenti del soggetto”. In un colpo solo il gip di Roma, Zsuzsa Mendola, allontana lo sgombero del palazzo occupato nella Capitale dai […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Il teste: “Dissero di aver picchiato Cucchi” E accusa di pressioni l’Arma, che nega

prev
Articolo Successivo

Covid, la seconda ondata: savoia!

next