Le parole contano, ma i fatti di più. Nella contrapposizione politica tra favorevoli e contrari all’allargamento degli incentivi ai motori a combustione di ultima generazione, è ora di affidarsi al buon senso. Ognuno degli schieramenti ha le sue ragioni. Chi preme su sostegno e svolta decisa verso l’elettromobilità ha a cuore l’aria pulita: nobile intento […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Santa Fe, è molto più di un restyling

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next