Nonostante i settantatré anni compiuti ad aprile, James Newell Osterberg Jr., universalmente noto come Iggy Pop, resta una delle icone del rock’n’roll più crudo e selvaggio, uno dei personaggi centrali della storia del rock, che ha esercitato su moltissimi artisti un’enorme influenza. Ha incarnato il lato fisico, energico e vitale del rock’n’roll, anche se alcuni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Jean-Paul, l’inviato più che mediocre: dall’America deluse il caporedattore Camus

prev
Articolo Successivo

Zangrillo. È l’eroe dei due poli (televisivi)

next