Il crollo europeo dell’auto? Ce lo aspettavamo. Le vendite dimezzate a marzo sono una diretta conseguenza dell’emergenza Covid 19, che ha messo i lucchetti ai concessionari di (quasi) tutto il vecchio continente. I quali a dire il vero non se la passavano tanto bene neanche prima: domanda traballante a causa di un canale privati debole, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Auto elettrica a rischio. Effetto Covid-19, in attesa del 2021

prev
Articolo Successivo

“Salvate i veicoli ecologici”: servono 200 milioni

next