La vera sfida che ci lascerà questo virus sarà come vivere la globalizzazione, che piaccia o no. L’evoluzione ci ha insegnato che solo le specie che sanno adattarsi sopravvivono, le altre soccombono. I tempi ci impongono quindi di pensare, vivere e soprattutto programmare uno scenario “global”. Il virus che sta rivoluzionando il mondo come una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Obbligo di mascherine: a Milano solo 120 mila, ma ne servono milioni

prev
Articolo Successivo

Coronavirus, i tre leghisti (più uno) della sanità lombarda attorno a cui ruota il caos di Alzano

next