Moltissimi cristiani in oltre 75 Paesi del mondo hanno appena preso parte all’annuale Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio) che coinvolge la chiesa cattolica e le chiese protestanti, ortodosse e anglicane. Chi vi ha partecipato starà certamente facendo i suoi bilanci: luci e ombre, pausa o avanzamento dei rapporti e della riflessione. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La vignetta di Franzaroli

prev
Articolo Successivo

Breviario di attesa elettorale: crisi, balle e ballerini (numeri)

next