La paura, Nicola Zingaretti, ancora la camuffa bene. Parla di “alleanze competitive” da costruire “intorno a un candidato”, si fa scudo della “voglia di autodeterminarsi” dei territori, che non vogliono essere “strumentalizzati dalla politica romana”. Pensa all’Emilia-Romagna e alla terribile ipotesi che i Cinque Stelle, alla fine, possano decidere non solo di non sostenere Stefano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Prescrizione, Bonafede non si piega. Ma “offre” a Pd-Iv appelli più brevi

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next