Dai carotaggi concordati a tavolino con le ditte fino alle scarificazione dell’asfalto fatta al risparmio, che significava meno spese da affrontare per il conferimento del materiale in discarica. Lavori fatti male ma che nei documenti risultavano sempre eseguiti a regola d’arte. Tutto in cambio di tangenti. Così camminavano a braccetto una schiera di imprenditori con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Inchiesta Morandi Aspi silura altri due supermanager

prev
Articolo Successivo

Permessi ai detenuti: lei vuole lasciarlo e tenta di sgozzarla

next