Il conto alla rovescia verso la fine del mercato tutelato di luce e gas fissato al primo luglio 2020 è sempre più probabile che slitti di nuovo (sarebbe la terza volta). In corso c’è un braccio di ferro al ministero dello Sviluppo economico tra M5s e Pd sull’assegnazione della delega sull’energia. Vorrebbe tenersela il ministro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese