Il presidente del Consiglio glielo aveva sibilato già lunedì sera nel colloquio al telefono, schivando il “tu” per ostentare la distanza: “Lei ci doveva avvertire prima”. Perché il primo problema per Giuseppe Conte e per il suo governo di nome fa sempre Matteo, ma questa volta il cognome è Renzi e non Salvini. E nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Ascani, Lotti, De Luca jr.: i renziani che lo mollano

prev
Articolo Successivo

“Finalmente Renzi è fuori dal Pd: doveva uscire cinque anni fa”

next