Invocano a ogni costo quella linea ferroviaria che nascerebbe già vecchia, obsoleta, e dalla Lega al Pd è tutto un minacciare mozioni e sostegni incrociati per dire sì al Tav in Parlamento. Ma se si scava dentro la grande torta della Torino-Lione, si scopre che di certo c’è ancora ben poco, se non una massa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Navi Ong verso le coste italiane. Ma la Alan Kurdi va a La Valletta

prev
Articolo Successivo

Il tetto della Severino non esiste più: pure Corradino ha la deroga per l’Anac

next