Appena dieci giorni. Neanche il tempo di deporre i calici di prosecco usati per il brindisi o aspettare la vendemmia nelle colline da Valdobbiadene a Conegliano, che l’Unesco ha riconosciuto il 7 luglio come patrimonio paesaggistico dell’umanità. La giunta veneta del leghista Luca Zaia ha sfornato a tempo di record un provvedimento che consentirà – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Carola: “Lascio Sea Watch e spero nella nuova Europa”

prev
Articolo Successivo

“L’affido? Bimbi dati ai gay…”. Il convegno delle polemiche

next