Il professor Panebianco, dalle colonne del Corriere della Sera, si chiede che cosa ci sia di così marcio nel nostro sistema da spingere un numero tanto elevato di persone a simpatizzare per la Russia. In verità, non ho colto in giro un gran fervore per Putin, a eccezione della moglie russa di mio cognato. Amo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Lezioni di giornalismo dalla gogna sui social

prev
Articolo Successivo

Come “chi è Salvini”? Ma è solo il tizio che si occupa dei gattini…

next