Mentre Emmanuel Macron percorreva impassibile gli Champs-Elysées a bordo di un veicolo militare, un Acmat Command Car, dalla folla venuta per seguire la tradizionale parata del 14 luglio, salivano fischi, si gridavano slogan come “Macron démission”, si facevano volare palloncini di colore giallo. Domenica mattina decine di Gilet gialli, ma senza gilet addosso, look da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Taglio parlamentari, ecco le Camere “dimagrite” post-europee: trionfo della destra salviniana

prev
Articolo Successivo

Il missile, i neonazi italiani e il richiamo del Donbass

next