Il più antico Homo Sapiens non africano è stato scoperto in Europa: i suoi resti hanno 210 mila anni, secondo uno studio pubblicato dalla rivista Nature. Dunque si anticipa di oltre 150 mila anni l’arrivo della nostra specie in Europa. Apidima 1, come è stato chiamato dagli scienziati l’esemplare scoperto in Grecia nella grotta omonima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Addio al “selvaggio” Torn, beffato da una lama e da Jack Nicholson

prev
Articolo Successivo

La Michelin gli leva una stella, lo chef Veyrat rinuncia alle altre due

next