Un project financing capovolto. “L’ente pubblico si accolla i rischi e il privato che realizza l’opera si garantisce un canone fisso”, Andrea Zanoni, consigliere regionale del Veneto (Pd) descrive così la Pedemontana, superstrada a pedaggio che collegherà la province di Vicenza e Treviso. L’opera che dovrebbe lasciare il segno della Lega e dell’era di Luca […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Pedemontana Veneta, il buco nero: sigilli alla galleria “di burro”. Cemento di serie b e in passato anche due crolli

prev
Articolo Successivo

“Anche i lavoratori hanno paura, la volta sta cedendo”

next