E poi ci sarebbe Roberto Fico. Il templare a Cinque Stelle, quello che c’è sempre stato: prima dell’Alessandro Di Battista che ha seminato dubbi in un libro, e del Luigi Di Maio che ha reagito di pura furia. Il presidente della Camera, che adesso ha paura del buio, teme lo strapiombo. “Qui sono in gioco […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

“Giochi in perdita nel 95-97% dei casi”

prev
Articolo Successivo

Ilva, le promesse a Taranto e lo spettro chiusura

next