Toghe sporche

“Ardita è un talebano, come arriviamo a lui?”

Le intercettazioni - Per influire sulla nomina del procuratore capo di Roma, Palamara&C. volevano avvicinare il davighiano, senza successo

18 Giugno 2019

Scene da un altro pianeta. Quello del Csm. Ieri plenum straordinario per prendere atto formale delle dimissioni di 3 togati ed eleggere un giudice disciplinare (Bragion). Tutti i consiglieri con la faccia di circostanza ma nessuno chiede la parola, anche se fuori programma, dopo la nuova ondata di intercettazioni che consolidano l’idea di quanto questo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui