L’ex ministro del Pd Luca Lotti conosce Piero Amara, all’epoca legale esterno dell’Eni, nell’estate del 2014. A metterli in contatto è Andrea Bacci che, all’epoca, da un lato è un uomo forte del Giglio Magico, dall’altro è amico di Amara, del quale diventerà socio in affari. L’episodio è confermato al Fatto dallo stesso e sui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Le relazioni pericolose e il balbettìo di “Zinga”

prev
Articolo Successivo

La “macchina della sabbia” di “Repubblica” e l’arte di nascondere o taroccare le notizie

next