Lite davanti al furgone fast-food, ucciso 28enne pregiudicato

Lite davanti al furgone fast-food, ucciso 28enne pregiudicato

“Mi sono difeso, non volevo ucciderlo. Mi avevano teso un agguato, avevano un coltello”. Simone Paiano, 25enne con precedenti penali, ha confessato così ai carabinieri di Maglie, in Salento, i motivi che lo hanno spinto a impugnare una pistola calibro 6,35 e a sparare alla gola di Mattia Capocelli, il pregiudicato 28enne morto la notte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.