In una sola giornata di combattimenti le forze del generale Haftar hanno perso 39 uomini, troppi per le forze in campo disponibili, tanto che in poche ore hanno dovuto abbandonare l’area di Aziziya, a sud di Tripoli, e retrocedere verso Gharian, la città sulla montagna Nafusa da cui aveva lanciato l’offensiva sulla capitale oltre ad […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il colmo per Sánchez: senza i separatisti non può governare

prev
Articolo Successivo

Un’antenna di 33 metri a due passi da casa. A Zelarino scoppia la rivolta dei cittadini

next