A distanza di quattro anni, comincia a delinearsi l’andamento dei cinque scrutini del Conclave del 2013 che portarono all’elezione del papa venuto “dalla fine del mondo”, l’argentino Jorge Bergoglio. Lo scoop è di Gerard O’ Connell, vaticanista di America, la rivista dei gesuiti di New York. O’ Connell ha scritto un libro che uscirà negli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Giovane è bello, ma il principio di realtà dovrebbe vincere

prev
Articolo Successivo

La foresta del Congo: il Wwf accusato di colonialismo verde

next