Donald Trump è ossessionato dal rischio che la Cina abbia la capacità di spiare l’America (e riesca a farlo). Ma se a spiare e schedare è lui, gli va tutto bene. L’Operazione “Secure Line” avrebbe preso di mira 59 tra giornalisti e attivisti che, nei mesi scorsi, hanno seguito la carovana dei migranti approdata a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Brexit è stato un sintomo, May ha diffuso la malattia”

prev
Articolo Successivo

“No all’Albania paradiso di droga e riciclaggio”

next