Da pochi giorni in libreria “L’inverno di Giona” di Filippo Tapparelli, vincitore del Premio Calvino 2018: un romanzo sul male oscuro nell’adolescenza. Abbiamo chiesto all’autore di raccontarci come la letteratura affronta questo tema. Per quanto mi sforzi, non riesco a rivivere quello che ho provato quando ero nel mezzo di quegli anni indefinibili chiamati adolescenza. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Alternanza scuola-poligono. L’Istituto annulla tutto dopo la denuncia del “Fatto”

prev
Articolo Successivo

Segreti e bugie nel Marocco patriarcale

next