Crediti malati valutati il 30% in meno. È scritto in un file interno di Carige di cui il Fatto è entrato in possesso: i periti esterni, una società di recupero sofferenze, assegnarono un valore di recupero più basso di un terzo rispetto a quanto la piattaforma interna della banca fosse già riuscita a realizzare. Sono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Redditi dirigenti: la privacy vince sulla trasparenza

prev
Articolo Successivo

Rogo Thyssen: dei 4 italiani condannati due già liberi, gli altri lo saranno presto

next