Eroina, buco nero delle città

Rimozioni - Anche se sommersa dalla narrazione della cocaina – “pulita”, “bene” e da merchandising – la droga “cattiva” non se ne è mai andata. Da Rogoredo alle altre periferie. Ecco perché bisogna parlarne: per non lasciarlo fare ai politici
Eroina, buco nero delle città

Capita di dover ricominciare a parlare di eroina. Capita di dover ricominciare a parlare di droghe, perché da un pezzo non se ne parlava più. O meglio, da un pezzo si parlava solo di cocaina: droga pulita, droga bene, droga per “ricchetti”, droga milanese che scorre persino nelle acque reflue della città, droga globale che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.