A Napoli si dice “chiagni e fotti”. Se Matteo Salvini, insieme a Luigi Di Maio, ha chiuso il rubinetto dei fondi per l’editoria, il leader leghista si appresta a ricevere altri 70 mila euro di contributi per Radio Padania, la radio della Lega, che dal 2017 trasmette solo sul web. Soldi che arrivano dal ministero […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Anticorruzione, nel testo un comma targato Lega rischia di salvare i consiglieri delle spese pazze

prev
Articolo Successivo

“Fine poltrona mai”: al Consiglio di Stato promozioni per tutti

next