“Non venire più qua che ti uccido… bocchinara”. Con questa intimidazione, a febbraio, la moglie del boss Lorenzo Caldarola, due condanne per associazione mafiosa e detenuto ai tempi dei fatti, insultava la giornalista del Tg1 Maria Grazia Mazzola, che indagava sui clan di Bari e su come coinvolgono i giovanissimi nelle loro attività criminali. La […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Espulsioni e contabilità dei feti: le bizzarre idee di Mister Istat

prev
Articolo Successivo

Comincia l’esodo dei rifugiati da Riace. “Ma il paese vivrà”

next