La presenza delle industrie Montecatini e poi Montedison ha martoriato la Val Pescara. E così dopo quella di Bussi, la discarica tossica più grande d’Europa, ora la procura apre un’inchiesta su un altro sito contaminato. Si tratta dell’area industriale in cui il colosso della chimica produceva fertilizzanti a Piano d’Orta, nel Comune di Bolognano, a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il vero supereroe era lui: addio a Stan Lee

prev
Articolo Successivo

Uno spiraglio per le maestre senza laurea

next