Il ritardo nel consentire lo sbarco dei migranti soccorsi dalla nave Diciotti della Guardia costiera, lo scorso agosto, era “giustificato dalla scelta politica, non sindacabile dal giudice penale per il principio della separazione dei poteri, di chiedere in sede europea la distribuzione dei migranti (il 24 agosto si è riunita la commissione europea a Bruxelles) […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Alitalia, italiani favorevoli all’aiuto statale

prev
Articolo Successivo

Natangelo

next