Una “pace fiscale” modello Tremonti. Il decreto varato dal Consiglio dei ministri dopo un lungo braccio di ferro tra le due anime della maggioranza si ispira molto agli anni d’oro dei condoni tombali, dei concordati fiscali e delle dichiarazioni integrative escogitati dal governo Berlusconi nel 2002. Con la nuova “dichiarazione integrativa” gialloverde si potranno sanare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La cattiveria 1710

prev
Articolo Successivo

Manovra per due. Tutte le misure di 5Stelle e Lega

next