“Abbiamo trattato l’Ue con nient’altro che rispetto e mi aspetto lo stesso da loro”. È una Theresa May livida di rabbia, dura nei toni e nelle parole quella che ieri pomeriggio, in una dichiarazione televisiva a sorpresa, ha replicato all’Unione europea il giorno dopo l’umiliazione subita al vertice di Salisburgo, dove il suo piano per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il Cremlino voleva salvare il “compagno” Assange

prev
Articolo Successivo

Una retata anti golpe e la crisi se ne va

next