Dietro al tenace silenzio dei vertici del Vaticano rispetto a quanto denunciato nell’ormai famoso documento dell’arcivescovo Carlo Maria Viganò potrebbe esserci la paura di essere smentiti da nuovi fatti e vicende che porterebbero all’esplosione di quella “guerra atomica” di cui – da giorni – voci interne alla Santa Sede riferiscono. Ieri vi abbiamo raccontato il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Cinema, sul grande schermo fioccano i licenziamenti

prev
Articolo Successivo

Macron peggio di Hollande. Solo il 31% gli crede ancora

next