C’era una volta un pizzaiolo che voleva aprire una pizzeria. Aveva due amici, a cui chiese un prestito. Ma i soldi non erano sufficienti, e dovette chiederne anche a un tizio che non conosceva. Il tasso di interesse era abbastanza basso, l’impresa sembrava promettente. Ma il pizzaiolo si rivelò pigro e trascurato. Invece di darsi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

franzaroli

prev
Articolo Successivo

Quei selfie sulla A-14 che brucia e l’ultimo “falò delle vanità”

next