Tra un selfie e l’altro nella ridente Milano Marittima, Matteo Salvini prosegue la propaganda quotidiana, soprattutto via social. Sempre gli stessi ingredienti: un po’ di neri, un po’ di polizia, un po’ di foto ghignanti a torso nudo, un po’ di filosofia spicciola. Ore 9: “Buon sabato a chi non si arrende, mai. E a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)