Immaginiamo che in queste ore l’ex ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda sia inginocchiato da qualche parte davanti a un’immagine di Tommaso Moro, il grande umanista inglese proclamato santo da papa Pio XI e poi scelto nel 2000 come patrono dei politici da papa Giovanni Paolo II. Se San Tommaso Moro farà la grazia, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Csm, il sorteggio a garanzia di imparzialità

prev
Articolo Successivo

Luca Zingaretti: “Cosa so di Andrea Camilleri (che mi ha cambiato la vita)”

next