Caso Skripal, James Bond diventa Clouseau: “Sono stati i russi, anzi no”

Confusione - Governo smentisce svolta inchiesta degli 007: “Solo illazioni”
Caso Skripal, James Bond diventa Clouseau: “Sono stati i russi, anzi no”

C’è un giallo nel giallo, in questa vicenda piena di “probabili certezze” e tante incongruenze: una controversa fuga di notizie su una svolta determinante nelle indagini sull’avvelenamento da gas nervino degli Skripal, l’ex colonnello dell’esercito russo diventato informatore dei servizi britannici, e la figlia Yulia, trovati boccheggianti lo scorso 4 marzo su una panchina di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.